Energia Elettrica

Il risparmio di energia elettrica oltre che essere un’esigenza per ridurre le spese del bilancio familiare è anche una necessità per salvaguardare l’ambiente e per garantire ai nostri figli un mondo più pulito e un ambiente più sano.

Il risparmio di energia elettrica tramite un uso migliore degli elettrodomestici consente a tutti un taglio immediato della spesa in bolletta. Pensando all’energia elettrica ci viene in mente la classica lampadina e la luce accesa nelle nostre stanze,ma in realtà l’illuminazione interna di un’abitazione è solo una piccola parte del consumo totale di energia elettrica.

Gli elettrodomestici coprono più dell’80% della bolletta elettrica. Un valido motivo per sceglierli bene e per imparare ad utilizzarli al meglio.

scaldabagno 20% consumo energia
frigorifero 18% consumo energia
illuminazione 15% consumo energia
lavatrice 13% consumo energia
televisore 11% consumo energia
lavastoviglie 4% consumo energia
forno elettrico 4% consumo energia
altri utensili 15% consumo energia

I dati sono indicativi ma possono rendere bene l’idea degli usi dell’energia elettrica in qualsiasi casa italiana. Oltre all’efficienza energetica è inoltre possibile attivare una tariffa differenziata per consumare l’energia elettrica a un costo inferiore in una determinata fascia oraria della giornata sulla base delle proprie abitudini ed esigenze.

Dal 1 ottobre 2007 è disponibile una tariffa bioraria sui consumi di energia elettrica per le utenze e le famiglia già dotate di contatore elettronico.

Di seguito sono riprotati alcuni trucchi e consigli per un risparmio che puo’ essere anche molto consistente; seguiteli con cura e vedrete le vostre bollette molto più leggere:

  1. Condizionatore. Accendi il condizionatore solo in caso di reale bisogno e regola il termostato su temperature non molto differenti da quella esterna
  2. Televisore, videoregistratore, lettore dvd e computer. Ricordati di spegnere gli apparecchi con il pulsante e non solo con il telecomando, gli apparecchi in stand-by continuano a consumare energia
  3. Scaldabagno. Non tenere acceso lo scaldabagno quando non ne hai bisogno, puoi installare un timer per metterlo in funzione tre ore prima dell’utilizzo
  4. Frigorifero. Evita frequenti e inutili aperture dello sportello; posiziona l’apparecchio nel punto più fresco della cucina, lontano da fornelli, termosifoni e lascia almeno 10 cm di distanza dal muro per la ventilazione e assicuratevi che le pietanze siano raffreddate prima di riporle nel frigo
  5. Lampade ad alta efficienza energetica. Scegli lampade a basso consumo, soprattutto per gli ambienti in cui la luce rimane accesa più a lungo, permettono di ridurre il consumo di energia dell’80% rispetto alle lampade tradizionali ad incandescenza. Ricordati di spegnere la luce quando non serve
  6. Asciugacapelli. Utilizza l’apparecchio a temperature medie, le alte temperature fanno aumentare i consumi e non fanno bene ai capelli
  7. Forno elettrico. Non aprire frequentemente il forno durante la cottura, preriscalda il forno solo quando necessario e spegnilo poco prima della fine della cottura per sfruttare il calore residuo
  8. Forno a microonde. Il forno a microonde è più parco nei consumi di un forno tradizionale, in quanto sensibilmente più rapido nella cottura
  9. Lavastoviglie. Fai funzionare l’apparecchio a pieno carico, usa il meno possibile il ciclo intensivo, piuttosto rimuovi dalle stoviglie i residui più grossi che potrebbero intasare il filtro e diminuire l’efficiacia del lavaggio
  10. Lavatrice. Utilizza l’apparecchio sempre a pieno carico e a temperature non troppo alte (30-60°C). Se si dispone di un modello con asciugatura automatica, cercare di usarlo solo quando non è possibile stendere il bucato
  11. Elettrodomestici. Scegliete sempre apparecchi a basso consumo energetico. La spesa leggermente superiore è presto recuperata con un risparmio nei consumi. Fai controllare gli elettrodomestici da tecnici esperti e fai riparare ogni apparecchiatura che non funziona secondo le aspettative: un cattivo funzionamento porta a sprechi di energia
  12. Pentole. I cibi che richiedono tempi di cottura molto lunghi andrebbero cotti nella pentola a pressione. Questa, infatti dimezza i tempi di cottura, consentendo un risparmio di tempo e di energia. Utilizzate pentole a doppio fondo. Le padelle consumano circa. il 50 percento in meno di energia del forno. Facendo attenzione è possibile risparmiare fino a ca. 150 kWh all’anno
  13. Ascensore. Prima di premere l’interruttore dell’ascensore: non sarebbe meglio prendere le scale? Un po’ di movimento migliora la tua salute e genera un risparmio energetico di circa 30 Wh per viaggio evitato
  14. Computer. Il computer che viene lasciato acceso consuma energia e converte la stessa in calore, che deve poi essere rimosso dalle ventole di areazione interne. Se lasci il PC spento per un ora eviti che una centrale termoelettrica consumi 100 grammi di carbone per produrre l’ energia che gli servirebbe per stare acceso. A fine giornata quando si spegne il PC, si consiglia di spegnere anche l’ interruttore della “ciabatta” per eliminare i “consumi nascosti”
  15. Monitor. Il consumo del monitor è pari a quello della stampante e del PC insieme! Fai una pausa di almeno 15 minuti ? Spegni il monitor! Questo implica che, una volta riacceso il monitor, la schermata risulterà identica a come la si è lasciata e che i programmi in esecuzione non dovranno essere riavviati

One Comment on “Energia Elettrica”

  1. In realtà quest’anno sarà anche l’anno della tariffa bioraria per tutti che per i primi 18 mesi vedrà la tariffa nelle ore diurne maggiore di quella notturna di solo il 10%, dopodichè (tra 18 mesi) si avrà gradualmente il passaggio alla tariffa bioraria per tutti un 40% in più circa per le ore diurne.. quindi è importante per tutti cominciare a fare pratica nell’uso dell’elettricità nella fascia meno costosa dalla 18 in poi e il sabato e la domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.