Torture cinesi

Un tizio si perde nella campagna cinese durante una tempesta finche’ trova una casa e chiede ospitalita’. Un vecchio cinese che gli apre gli dice: “Onorevole straniero, io ti ospito per la notte, ma se oserai toccare mia figlia ti sottoporro’ alle terribili Tre Torture Cinesi!”.
Il tizio accetta, ma appena vede la figlia, giovane e bella, ne rimane incantato. Durante la notte, quindi, va nella camera della donna e fanno all’amore. Il giorno dopo il tizio si sveglia con un macigno sul petto, a cui e’ attaccato un messaggio: “Tortura Cinese N. 1: Macigno sul petto”.
Con un sorriso di superiorita’ il tizio solleva il macigno e lo butta dalla finestra, ma appena lo ha lasciato andare vede un messaggio attaccato al davanzale: “Tortura Cinese N. 2: Testicolo destro legato al macigno”.
Subito il tizio si lancia dalla finestra prima che la corda legata alla pietra gli strappi il testicolo. Mentre vola giu’ il tizio vede un messaggio scritto al suolo: “Tortura cinese N. 3: Testicolo sinistro legato al davanzale”.